CRONACA

Lotta all'accattonaggio davanti ai supermercati di Arquata Scrivia

Diversi interventi nel tentativo di bloccare le 'presenze moleste'.

I Carabinieri di Arquata Scrivia hanno denunciato per furto all’interno di un supermercato di Arquata Scrivia un italiano 38enne di Novi Ligure, fermato dopo avere asportato bottiglie di liquore per un valore di 50 euro.
L’uomo, già multato dalle Forze dell’Ordine perché sorpreso a chiedere la questua di fronte agli esercizi commerciali, si era dato alla fuga ma era stato fermato poco dopo ancora in possesso della refurtiva, oltreché di sostanza stupefacente, in merito a cui è stato segnalato alla Prefettura.
L’intervento si inserisce in una più vasta azione di controllo del territorio dei Carabinieri di Arquata Scrivia che, compatibilmente alle esigenze di vigilanza e controllo del vasto territorio di competenza, nelle ultime settimane è stata orientata al controllo dei questuanti molesti - tutti extracomunitari - con specifici e mirati servizi di prevenzione nei pressi dei supermercati di Arquata Scrivia. Alle segnalazioni da parte della locale cittadinanza ha fatto seguito una specifica ordinanza emessa dall’amministrazione comunale che prevede una multa da 25 a 500 euro per chi viene sorpreso nell’esercizio dell’accattonaggio “molesto”, caratterizzato dall’insistenza e dall’oppressione nelle richieste di denaro, o con azioni che turbano il libero utilizzo dei parcheggi e delle aree pubbliche in generale. Nel corso dell’attività, sono stati identificati e multati sei extracomunitari, contravvenzionati per la violazione alle norme sulla tutela del decoro urbano. Per altri sei è stato avviato il procedimento amministrativo del divieto di ritorno in Arquata Scrivia.
L’ultimo servizio di controllo effettuato in ordine di tempo ad Arquata Scrivia, in via delle Filatrici, ha consentito di fermare un 27enne di Novi Ligure, in compagnia di due 23enni di Arquata, in possesso di circa 2 grammi di stupefacente e per questo segnalato alla Prefettura.

Categoria: