CRONACA

Truffa e falsa testimonianza: denuncia dopo un incidente

Testimone sui fatti di un incidente a cui non ha mai assistito...

I militari di Rivalta Bormida hanno deferito in stato di libertà, con l’accusa di falsa testimonianza e truffa, un 51enne genovese e un 79enne residente in Cassine. I fatti hanno avuto inizio alla fine dello scorso anno, quando il 79enne, a bordo della propria autovettura, provocò un incidente stradale. I Carabinieri di Rivalta Bormida furono chiamati per i rilievi del caso e contestarono una serie di violazioni al Codice della strada all’uomo. Quest’ultimo decise di fare ricorso presentando, durante l’udienza di fronte al giudice di pace, un 51enne genovese quale testimone dei fatti, ottenendo l’annullamento delle sanzioni al codice della strada e, anzi, il risarcimento dei danni subiti nell’incidente pari a 8.000 euro.
I Carabinieri di Rivalta Bormida, venuti a conoscenza della sentenza hanno però voluto vederci più chiaro. Infatti la presenza di quel testimone non risultava da nessuna parte. Sono quindi scattate le indagini che, attraverso l’escussione di altre persone nonché altri accertamenti tecnici, hanno permesso di comprendere come il 51enne genovese si fosse assunto la qualifica di testimone pur non essendo mai stato presente ai fatti e, pertanto, rendendo una falsa testimonianza di fronte al giudice di pace di Alessandria. È stato quindi deferito in stato di libertà per falsa testimonianza. L’anziano cassinese, invece, è stato deferito per truffa aggravata ai danni dell’assicurazione da cui aveva ricevuto, a questo punto indebitamente, gli 8.000 euro di risarcimento.

Categoria: